Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica forma ingegneri in una moderna disciplina che tratta ad ampio spettro le applicazioni di potenza dei fenomeni elettromagnetici, affrontando con una visione di insieme le problematiche progettuali, sistemistiche, componentistiche, energetiche e gestionali.
L'evoluzione dell'Ingegneria Elettrica da oltre un secolo ha accompagnato e favorito lo sviluppo industriale e sociale delle società moderne, arrivando a rivestire un ruolo essenziale per il mantenimento del nostro stesso stile di vita quotidiano, come ben evidenziato dalle pesanti ripercussioni che si registrano nelle rare evenienze di interruzione dell'alimentazione elettrica su larga scala. Gli apparati elettrici hanno infatti raggiunto una diffusione vastissima in tutti i campi, ed il loro apporto è ormai divenuto insostituibile per i moderni sistemi produttivi, di trasporto, di comunicazione e per la quasi totalità delle applicazioni tecnologiche tipiche dei paesi avanzati. Ciò si deve alla capacità tecnica maturata e continuamente affinata di generare, trasmettere e utilizzare l'energia elettrica con livelli di flessibilità, controllabilità, sicurezza, efficienza ed economicità ineguagliati usando altre forme di energia.
Il percorso formativo è organizzato in due anni accademici, suddivisi ciascuno in due periodi.
Il piano di studi prevede alcuni corsi fondamentali e altri maggiormente applicativi tipici dell'area elettrica, oltre a un corso di ingegneria economico-gestionale e un modulo di progettazione meccanica finalizzati alla multidisciplinarità della formazione. Nel percorso sono previsti spazi per attività a scelta libera dello studente e per lo sviluppo della tesi di laurea. Ampio spazio è dato alle attività di laboratorio svolte dagli studenti.